Balayage, degradè, ombre hair, dip dyed colour: sono tanti i termini per definire il trend capelli che impazza tra le celeb. L’effetto è «scuri alla radice e schiariti sulle punte»

Two toned color

sfumato-balti-electra

Oltreoceano il trend è iniziato qualche anno fa (in realtà, l’ideatrice storica fu Debbie Harry dei Blondie già negli anni ’80) ma oggi, guardando le celeb, è impossibile non dedurre che il tratto stilistico dell’anno in fatto di capelli sia il cosiddetto “two toned color”. La doppia colorazione delle lunghezze (che sia un leggero effetto ricrescita con pochi centimetri di radici scure, una vera e propria chioma bicolor o qualche sapiente colpo di luce solo sulle punte) ha conquistato ormai attrici, cantanti, modelle, ma è diventato anche uno street style adottato dalle più attente alle tendenze.

Balayage

sfumato-barrymore-alba

Drew Barrymore e Jessica Alba: cosa le unisce? Una chioma castano chiara con uno stacco di colore piuttosto netto ad altezza orecchie, che sfuma in punte bionde. Per cpiarle, in salone chiedete un balayage: il termine indica un trattamento che schiarisce i capelli, riservato a punte e lunghezze da una certa altezza in giù (detto per questo anche “schiaritura orizzontale”). L’hairstylist farà in sostanza un decapaggio, cioè una schiaritura dei pigmenti scuri dei fusti da uno a tre tonalità (e non quindi una vera e propria decolorazione, molto più aggressiva), riuscendo a ottenere un colore finale molto naturale, effettivamente ricavato dall’originale.

Bicolor

 sfumato-michele-jessie

Più basso e ancora più netto lo stacco di colore scelto da Lea Michele e Jessie J. I vantaggi del balayage? Il procedimento di schiaritura avviene senza suddivisione delle lunghezze in ciocche dentro la carta stagnola e senza cotonatura. Il tutto è graduale e regolabile fino ad ottenere la sfumatura desiderata. È perfetto quindi per trovare la punta di biondo che più si addice a ogni mora, arrivandoci o con una sfumatura graduale o con uno stacco di colore più deciso come le due star in foto. In questo caso, il balayage viene detto Californiano.

Effetto ricrescita

sfumato-conrad-ciara

Per Lauren Conrad e Ciara lo stacco di colore invece è molto alto e, più che una schiaritura, l’effetto sembra quello di una tipica (e solitamente odiata) ricrescita. Possiamo anche chiamarlo ombre hair: in sostanza, questo tipo di balayage è la soluzione perfetta per le più pigre e per le donne che non hanno molto tempo per il parrucchiere, perchè non richiede il minimo ritocco. Semplicemente, più i capelli crescono, più lo stacco di colore si abbassa, senza perdere luce nè fascino.

Selvaggio

sfumato-belen-satta

Stacchi di colore ben evidenti anche sulle “nostrane” Belen Rodriguez e Melissa Satta, entrambe con chiome selvagge effetto treccia appena sciolta.

A ciocche

sfumato-biel-lopez

Meches e colpi di sole addio: oggi, per avere ciocche più chiare e luminose “che non sembrino strisce” c’è lo shatush (tecnica e termine inventati in Italia da Aldo Coppola). Se con i vecchi metodi si decolora una selezione di ciocche molto sottili per poi ritingerle con un ripigmentante, con lo shatush il procedimento si fa più complicato ma più efficace. Si cotonano i capelli e si applica del colore, al massimo tre toni più chiaro di quello di base, sulle punte rimaste fuori. Se i capelli sono naturali si usa una normale colorazione, se invece i capelli sono stati colorati con precedenti tinte, bisogna prima decolorare, sciacquare e poi fare un riflessante. Il risultato finale è decisamente più naturale, disomogeneo, chic. Simile a quello che si potrebbe ottenere dopo un mese di sole e mare.

Casual

sfumato-parker-wilde

Con la tecnica dello shatush il parrucchiere interviene a mano libera su punti strategici dei capelli, creando un gioco di luci e ombre apparentemente casuale, che invece illumina il viso e regala corpo e movimento al taglio. Posizione, dimensioni delle ciocche da trattare e perfino a messa in posa che lascia i capelli all’aria sono calibrate alla perfezione per creare un look davvero personale e naturale. Sarah Jessica Parker e Olivia Wilde hanno optato per tocchi biondi caldi ben inseriti in lunghezze castano cenere.

Degradè joelle

sfumato-rihanna-lawrence

L’effetto colpo di luce sembra ancora più delicato e omogeneo su Rihanna e Jennifer Lawrence: le due hanno preferito infatti una via di mezzo tra lo shatush e il balayage, ovvero un degradè joelle. Questa tecnica consiste nel decolorare non ciocche ma veri e propri fili selezionati fusto per fusto su tutta la testa, appositamente schiariti sin dalla radice. Dopodichè si ritonalizza il tutto dandogli compattezza e armonia in un’unica nuance che appare così leggermente mechata. L’effetto finale è un colore caldo, naturale, multisfaccettato.

Flamboyage

sfumato-palermo-

Strategici colpi di colore o effetto sfumati sono l’ideale per dare movimento, luce e personalità anche ad un taglio medio corto. Ne sono esempio Olivia Palermo con il suo carrè liscio e Maria Menounos, con una lunghezza mossa alle spalle.

E per i cortissimi e i pixie cut c’è sempre il flamboyage: la tecnica è la stessa dello shatoush ma, non potendo cotonare, si procede con la tinta (o una leggera scoloritura se necessaria) grazie a delle strisce adesive trasparenti che permettono di selezionare ciocche piccole e precise. Il creatore di questo metodo è Angelo Seminara, direttore artistico dei saloni Davines.

Effetto sole

sfumato-rabanne-cavalli

Il trend colore must have del momento è perfetto per le perenni nostalgiche del periodo estivo: le punte schiarite ricordano infatti il risultato di un periodo di mare e sole sui capelli. Con il vantaggio che non c’è la salsedine a rendere il tutto stopposo. L’effetto sarà ancora più bello su una chioma naturale e un po’ selvaggia, senza messa in piega. Lo hanno proposto anche le passerelle invernali Rocco Barocco e Roberto Cavalli.

Tie-dye futuristico

sfumato-prada-rachel-roy

Una colorazione tie-dye a metà tra lo stile Eighites e il futuristico: il finto balayage bianco – in realtà extension – di Prada (sfilata AI 2012) e quello color ruggine di Rachel Roy (sfilata PE 2013).

Tutto di lato

sfumato-mugler-frankie-more

Doppio colore, con radici scure e punte bionde, e doppia texture, wet & dry. Glam rock: gli hairstyle tutti di lato di Mugler e Frankie Morello, sfilate PE 2013.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.