Ci eravamo appena abituate alle meraviglie delle Blemish Balm Cream, meglio note come BB, – creme anti-imperfezioni multifunzionali in grado di unire il trattamento pelle al make-up – ed ecco che una nuova tipologia di cosmetici promette di surclassarle: si tratta delle CC, ovvero Color Control Cream.

cc crema-viso

La nuova formula, messa a punto tra Giappone e Corea nel 2011, si differenzia da quella delle BB per tre importanti caratteristiche: l’effetto primer, l’assenza di olii e la presenza di fattori di protezione solare elevati. Il risultato è un prodotto meno grasso, più duraturo e più protettivo: un mix vincente per la bellezza del viso che ha già decretato il successo delle CC cream in Asia e, dalla scorsa primavera, anche negli Stati Uniti.

I marchi più noti oltreconfine sono Rachel K, iFiona, Tiannuo, Olay e da pochi mesi Chanel. Fresca di debutto sul mercato italiano la CC firmata L’Oreal Paris, mentre sul mercato inglese, dallo scorso dicembre, è in commercio la versione Nip+Fab. In attesa del boom, non resta che prepararsi ripassando la lista degli ingredienti più preziosi (acido ialuronico ed estratto d’avena in testa). La caratteristica delle CC più esaltata dalle beauty addicted del web è la capacità di coprire i difetti meglio di una BB, ma con lo stesso effetto naturale.

L’arrivo (non troppo lontano, secondo il database GNPD di Mintel, che ha già registrato alcune uscite in Asia e nel Regno Unito) delle DD cream sembra ormai solo questione di tempo. Le Daily Difense cream potrebbero focalizzarsi sulla cura del corpo con formulazioni tra gli autoabbronzanti e le creme lenitive.

 

Fonte: Leiweb

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.